Corpi illuminanti: l'Unione europea lancia la nuova etichetta energetica

30-09-2021

Dal 1° settembre 2021 una nuova etichetta energetica, promossa dalla UE, illuminerà le nostre scelte in fatto di corpi illuminanti. Vediamo in questo articolo qual è lo scopo di questa nuova etichettatura, quali informazioni e novità contiene. I motivi del ritorno alla vecchia scala di valori A - G. Cosa si intende per "riscalaggio periodico" e ogni quanto avviene. I dati di consumo e risparmio energetico ed economico nella ricerca dell'Unione Europea.


Potrebbe interessarti anche:
Il Blog di Homepal | Come risparmiare sulle spese per la bolletta elettrica in 4 mosse 


Ormai è riduttivo parlare solo di lampadine, in quanto i prodotti per illuminare i nostri ambienti sono molteplici e di tipologie differenti, basti pensare alla rivoluzione introdotta dai moduli LED.Dispositivi luminosi di piccole dimensioni con caratteristiche di elevata efficienza luminosa e di affidabilità.  Ma un elemento li unifica tutti: devono fornire informazioni chiare e univoche a noi consumatori.

"Negli ultimi anni le lampadine e gli altri prodotti per l'illuminazione sono diventati così efficienti che oltre la metà dei LEDDispositivi luminosi di piccole dimensioni con caratteristiche di elevata efficienza luminosa e di affidabilità. rientra ora nella classe A++." afferma Kadri Simson, commissaria europea per l'energia. "L'odierno aggiornamento delle etichette renderà più facile per i consumatori vedere quali sono i prodotti migliori e ciò, a sua volta, li aiuterà a risparmiare energia e denaro sulle bollette. L'uso di un'illuminazione più efficiente sotto il profilo energetico contribuirà a ridurre le emissioni di gasFamiglia di gas derivati dal metano e dall'etano per sostituzione degli atomi di idrogeno con atomi di alogeni a effetto serra dell'UE e contribuirà al raggiungimento della neutralità climatica entro il 2050". 

L'impegno pertanto è continuare a evolvere le tecnologie relative alle sorgenti luminose per migliorarne ulteriormente l'efficienza energetica, proseguendo il lavoro e gli ottimi risultati ottenuti finora (dati a fine articolo).


Cosa contiene la nuova etichetta energetica UE


Dal  1° settembre 2021 lampade, lampadine e corpi illuminanti in vendita hanno dunque una nuova etichetta energetica che ne descrive sinteticamente caratteristiche e prestazioni. Ricordiamo che la stessa innovazione si era verificata nel marzo scorso, ma riguardava la sola etichettatura degli  elettrodomestici (lavatrice, lavastoviglie, frigorifero, display elettronici).

 What is energy efficiency? (subtitles IT)




Torna la scala energetica dalla A alla G


Per rendere più immediate la comprensione e la lettura dell'etichetta delle luci, si torna a identificare le classi di efficienza energetica con una scala di valori più semplice, ma anche più rigorosa, che parte dalla lettera A (la più efficiente), scendendo fino alla lettera G (la meno efficiente), eliminando definitivamente il segno + e le sue ripetizioni.

Come dicevamo, la scala è così rigorosa che oggi solo un numero limitato di prodotti può classificarsi ai punti A o B. Questa la decisione per avere più spazio in cui inserire nuovi prodotti ad alta efficienza energetica nei prossimi anni e incentivare i produttori a raggiungerli.

Di conseguenza i prodotti attualmente più efficienti figurano nella nuova etichetta energetica UE nelle classi C o D. L'Unione ha previsto un "riscalaggio periodico" (brutta traduzione adottata dall'inglese rescaling) ogni 10 anni circa, che avverrà comunque ogni volta che un numero importante di prodotti verrà classificato nelle classi A e B.




Nuove informazioni


Una delle novità delle nuove etichette è l'introduzione di un Codice QR che rimanda a una banca dati UE in cui avere maggiori informazioni sul prodotto, quali:


  • tipo di luce della sorgente (bianco caldo, bianco neutro, bianco freddo);

  • regolazione dell'intensità luminosa (dimmer);

  • durata media della sorgente luminosa;

  • resa dei colori;

  • sfarfallio (lampeggiamento).

ATTENZIONE - E' importante però non dimenticare le scale di valori adottate fino ad oggi perché i punti di vendita fisici (negozi, centri commerciali, ecc.) potranno continuare a vendere i prodotti per 18 mesi con la vecchia etichetta. Invece, i negozi online dovrebbero essere già in regola con le nuove etichette (avevano 14 giorni lavorativi a partire dal 1° settembre).


Consumi e costi: tipologie a confronto


Per capirne di più chiediamo aiuto a Selectra, il comparatore di tariffe energetiche.


"Ogni lampadina ha una potenza espressa in Watt, alla quale è associato sull'etichetta un consumo in kWh per 1.000 ore di uso/accensione. 
Una lampadina LEDDispositivi luminosi di piccole dimensioni con caratteristiche di elevata efficienza luminosa e di affidabilità., ad esempio, ha un consumo di circa 35 kWh/anno con un costo medio in bolletta di 7 euro/annoTale lampadina, con la nuova etichetta, sarà inserita in classe D o E, a seconda delle prestazioni specifiche.

Invece, una lampadina fluorescente con 41 kWh/anno e 8 euro/anno in bolletta finirà in classe F.
Un modello alogeno arriva a consumare 123 kWh/anno, facendo salire il costo medio in bolletta a 25 euro: tale lampadina finirà in classe G, essendo di fatto la meno efficiente in commercio".


Etichetta energetica, una storia di efficienza nata 25 anni fa


Sensibilizzare e informare i cittadini sull'importanza delle prestazioni energetiche è, da più di 25 anni, quanto sta facendo la UE.

Con l'attuale rinnovamento delle etichette l'obiettivo è:

I moduli LEDDispositivi luminosi di piccole dimensioni con caratteristiche di elevata efficienza luminosa e di affidabilità., che rappresentano attualmente la tecnologia più efficiente dal punto di vista energetico, hanno conosciuto una grande diffusione di mercato nell'Unione, passando dallo 0% di tecnologia esistente nel 2008 al 22% nel 2015.

L'efficienza energetica media dei LEDDispositivi luminosi di piccole dimensioni con caratteristiche di elevata efficienza luminosa e di affidabilità. si è moltiplicata per 4 volte tra il 2009 e il 2015 e, in maniera inversamente proporzionale, i prezzi sono notevolmente diminuiti. Basti pensare che una lampada a LEDDispositivi luminosi di piccole dimensioni con caratteristiche di elevata efficienza luminosa e di affidabilità. già nel 2017:

  • per uso domestico costava meno del 75% rispetto al 2010;

  • per uso professionale costava meno del 60% rispetto al 2010.


Riportiamo di seguito i dati dello studio rilasciato dalla UE


Il risparmio illuminato dei LEDDispositivi luminosi di piccole dimensioni con caratteristiche di elevata efficienza luminosa e di affidabilità.


"Nel 2020 sono stati venduti circa 1.500 milioni di sorgenti luminose, ma tale cifra dovrebbe scendere a 600 milioni nel 2030 (con un calo del 60 %), anche se il numero di sorgenti luminose luminose aumenterà di oltre il 17 %.


Ciò è dovuto alla maggiore efficienza energetica e, in particolare, alla durata di vita delle sorgenti luminose a LED,Dispositivi luminosi di piccole dimensioni con caratteristiche di elevata efficienza luminosa e di affidabilità. infatti:

  • nel 2010 una famiglia media dell'UE ha acquistato 7 sorgenti luminose;

  • nel 2020 ne ha acquistate 4 all'anno;

  • entro il 2030 questa cifra attestarsi a meno di una all'anno.

L'utilizzo di un'illuminazione energicamente più efficiente contribuirà a ridurre le emissioni dei gasFamiglia di gas derivati dal metano e dall'etano per sostituzione degli atomi di idrogeno con atomi di alogeni effetto serra dell'Unione Europea, portando al raggiungimento della neutralità climatica entro il 2050.

La valutazione d'impatto delle nuove norme effettuate dalla Commissione indica che le modifiche consentiranno entro il 2030 di risparmiare 7 milioni di tonnellate di CO2 equivalente (MtCO2eq) all'anno rispetto a uno scenario immutato in assenza di misure dell'UE in materia di progettazione ecocompatibile. Ciò si aggiunge ai 12 mtCO2eq già previsti dai precedenti regolamenti adottati nel 2009 e nel 2012.".




Per approfondire


Commissione Europea - Dal 1º settembre etichette energetiche UE più semplici per i prodotti per l'illuminazione

ENEA - Prodotti per l'illuminazione: dal 1° settembre in vigore le nuove etichette energetiche UE più semplici 

Il Team Homepal

Homepal è il primo sito per comprare, vendere e affittare casa con pieno supporto di un'agenzia immobiliare.

Facebook | Instagram | Twitter | LinkedIn | 
Pinterest | YouTube | Telegram
INIZIA ORA LA TUA RICERCA
      Vendita
      Affitto
      Please wait