Ristrutturare la cucina: cosa sapere, bonus inclusi

04-03-2021

 

Hai comprato una casaCostruzione adibita specialmente ad abitazione, suddivisa in stanze o in appartamenti ed eventualmente in piani. che ha gli spazi non ben distribuiti per le tue esigenze? Vuoi trasformare il cucinino in una cucina comoda da vivere? In questi casi devi affrontare una ristrutturazione.Complesso delle operazioni necessarie alla trasformazione, parziale o totale, di un organismo edilizio. Ci sono tante cose che devi sapere PRIMA di effettuare i lavori. Come ad esempio il buon funzionamento degli scarichi idrici, il controllo della pendenza dei tubi, i fori per l'aerazione, a quale distanza da terra vanno collocate le prese elettriche per gli elettrodomestici, gli interruttori e i punti luce per la cappa e sotto i pensili. Infine, ti abbiamo preparato una rapida carrellata su tutti i bonus che sono previsti in caso di ristrutturazione.Complesso delle operazioni necessarie alla trasformazione, parziale o totale, di un organismo edilizio. 





Rinnovare o ristrutturare la cucina?


Rinnovare semplicemente la cucina non comporta un grosso sacrificio né dal punto di vista economico, né di tempo, né di  possibili disagi. A volte è sufficiente cambiare i mobiliL'insieme di mobili e attrezzature con cui si sistema per l'uso un'abitazione o un locale pubblico. e, al massimo, il rivestimento per dare una veste nuova all'ambiente.

Quando parliamo di ristrutturazioneComplesso delle operazioni necessarie alla trasformazione, parziale o totale, di un organismo edilizio. invece (anche se la nomenclatura più corretta è "manutenzione straordinaria") dobbiamo mettere in conto la realizzazione di lavori un po' più invasivi.



L'esigenza di una trasformazione più radicale infatti comporta di solito un rifacimento integrale degli impianti (idrico, elettrico e del gasFamiglia di gas derivati dal metano e dall'etano per sostituzione degli atomi di idrogeno con atomi di alogeni ) o addirittura una loro vera e propria realizzazione ex novo, come avviene quando si decide di spostare la cucina in un'altra stanza.Locali interni di un edificio.

Gli immobili più datati presentano spesso una distribuzione degli ambienti poco funzionale, con soggiornoAmbiente destinato alla vita diurna. e cucina distanti tra loro e, in corso di ristrutturazione,Complesso delle operazioni necessarie alla trasformazione, parziale o totale, di un organismo edilizio. diventa indispensabile rimediare per rendere l'ambiente più consono alla vita moderna.

Altre volte può capitare di ritrovarsi con la cucina posizionata in un locale privo di balconi e desiderare magari di spostarla in un'altra stanzaLocali interni di un edificio. per usufruire di uno spazio all'aperto utile per tanti motivi.

Un altro caso frequente che conduce a modificare radicalmente l'impiantistica di una cucina è il desiderio di dotarsi di della cosiddetta isola, arredoMobili utilizzati per arredare. oggi tanto di moda, vero e proprio oggetto dei desideri, ma che richiede una profonda modifica degli impianti, soprattutto se deve ospitare lavello e/o piano cottura.




Cosa devi verificare prima di ristrutturare una cucina


Quando si effettuano interventi sugli impianti bisogna preventivamente effettuare una serie di scrupolose verifiche.

In particolare, in cucina, è opportuno verificare il corretto funzionamento degli scarichi idrici.

Mentre per il carico dell'acqua non ci sono grossi problemi, per lo scarico invece è importante non allontanarsi troppo dall'apposita colonna per consentire agli scarichi di avere la pendenza adeguata ed evitare ostruzioni e cattivi odori.

Di norma si prevede che per ogni metro di lunghezza della tubazione di scarico, ci sia una pendenza di almeno un centimetro. Per questo, la distanza dalla colonna di scarico non può essere eccessiva (altrimenti la tubazione non potrebbe attraversare il pavimento).



Per ovviare a questo problema, in alcuni casi si realizzano dei gradini per aumentare lo spessore ma, come è facile immaginare, la presenza di un gradino in cucina può essere un elemento di disturbo e pericolo.

Altrettanto delicato è lo spostamento delle tubazioni del gas,Famiglia di gas derivati dal metano e dall'etano per sostituzione degli atomi di idrogeno con atomi di alogeni a seguito del quale dovrà essere nuovamente certificata la conformità dell'impianto.

Non bisogna poi dimenticare che in cucina vanno predisposti i fori per l'aerazione e la ventilazione sulle pareti perimetrali, per cui la scelta della posizione dovrà tenere conto anche di questo aspetto.

Quello per la ventilazione non è comunque necessario nel caso di funzionamento elettrico, e non a gas,Famiglia di gas derivati dal metano e dall'etano per sostituzione degli atomi di idrogeno con atomi di alogeni del piano cottura.

Per l'impianto elettrico invece non ci sono particolari vincoli. L'impianto andrà predisposto considerando un numero sufficiente di punti presa per gli elettrodomestici, da posizionare:

  • a 30 cm da terra per forno, frigo, lavastoviglie;

  • a 110 cm da terra per gli interruttori e i piccoli elettrodomestici da usare sul piano;

  • a 180 cm da terra per la cappa e le luci sottopensile.





La ristrutturazioneComplesso delle operazioni necessarie alla trasformazione, parziale o totale, di un organismo edilizio. della cucina con i bonus fiscali

Se per rinnovare la cucina devi effettuare lavori di manutenzione straordinaria, puoi ottenere un discreto risparmio grazie ai bonus fiscali.

E' possibile infatti portare in detrazione IRPEF in 10 anni il 50% della spesa sostenuta.

Grazie, inoltre, al Decreto Rilancio, per le spese sostenute entro il 30 giugno 2022 puoi, in alternativa, usufruire dello sconto in fattura o della cessione del credito. Ciò si traduce in un risparmio immediato: i lavori ti costeranno praticamente la metà!

L'agevolazione non vale solo per i lavori, ma anche per l'acquisto della cucina stessa.



Puoi usufruire infatti del bonus mobiliL'insieme di mobili e attrezzature con cui si sistema per l'uso un'abitazione o un locale pubblico. ed elettrodomestici sempre al 50%, il cui tetto di spesa è stato innalzato quest'anno a 16.000 euro. Potrai quindi risparmiare fino a 8.000 euro. A differenza dei lavori, però, in questo caso non puoi optare per sconto o cessione immediati, per cui avrai davvero convenienza solo se hai una capienza Irpef sufficiente a usufruire delle detrazioni.

Attenzione! Devi sapere che puoi usufruire del bonus per l'acquisto della cucina anche se non ristrutturi la cucina, ma effettui i lavori in un'altra stanzaLocali interni di un edificio. della casa.Costruzione adibita specialmente ad abitazione, suddivisa in stanze o in appartamenti ed eventualmente in piani. L'importante è infatti che i mobiliL'insieme di mobili e attrezzature con cui si sistema per l'uso un'abitazione o un locale pubblico. siano destinati ad arredare la casaCostruzione adibita specialmente ad abitazione, suddivisa in stanze o in appartamenti ed eventualmente in piani. oggetto di intervento.




Per approfondire

Ristrutturazione casa, il preventivo dei lavori 

Legge di Bilancio 2021, il capitolo casa 

Ristruttura casa in 5 step!

Ristrutturazione cucina piccola

Progettare cucine 

Il Team Homepal

Homepal è il primo sito per comprare, vendere e affittare casa con pieno supporto di un'agenzia immobiliare.

Facebook | Instagram | Twitter | LinkedIn | 
Pinterest | YouTube | Telegram
INIZIA ORA LA TUA RICERCA
      Vendita
      Affitto
      Please wait