Coronavirus e mercato immobiliare 2020 | Le previsioni di Homepal

06-05-2020

Siamo finalmente entrati nella Fase Due delle misure di contenimento legate al COVID-19 e la grande preoccupazione per la nostra salute sta lasciando spazio al pensiero di quanto il nostro amato Paese sarà veloce ad uscire dalla crisi economica generata dal virus.

A questo proposito, da fondatore di HomepalHomepal è il primo sito per comprare, vendere e affittare casa con pieno supporto di un'agenzia immobiliare, a costi contenuti. e grande appassionato di case, ricevo spesso una domanda: cosa succederà al mercato immobiliare dopo la crisi?

Considerando che il valore degli immobili degli Italiani è pari ad oltre 5,6 trilioni di euro - contro i 3,4 trilioni di euro di ricchezza finanziaria - è chiaro a tutti quanto sia importante questa domanda.

Per punti, vi racconto tutte le evidenze che abbiamo, provando a formulare due scenari, ma prima di tutto una convinzione di fondo: la crisi immobiliare del 2008-2012 non si ripeterà.

Per i seguenti motivi:

#1 - Una diversa causa scatenante

Alla base della depressione del 2008 c'erano proprio i mutui sub-prime e una bolla del mercato immobiliare che aveva raggiunto importanti massimi nel 2007. Nonostante gli interventi massicci delle banche centrali, il sistema bancario aveva drasticamente ridotto l'erogazione dei mutui (21 miliardi di euro di mutui erogati nel 2013 contro i 62 miliardi di euro nel 2007 in Italia).

#2 - I prezzi delle case non sono quelli di 13 anni fa

I valori del mercato immobiliare, nonostante il miglioramento degli ultimi anni, sono lontani dai prezzi di 13 anni fa. Tra il 2007 e il 2020 i prezzi sono calati di oltre il 32% e la città con performance migliore, Milano, ha ancora una distanza di oltre 15 punti percentuali rispetto ai massimi.

#3 - Il mercato dei mutui è più maturo

Il mercato dei mutui è più maturo: con qualche eccezione vista negli ultimi semestri, in cui si sono riaffacciate proposte poco prudenti di mutui al 100%, l'erogazione delle banche negli ultimi anni è stata molto attenta, con loan to value (rapporto tra valore del mutuo e valore dell'immobileCostruzione adibita specialmente ad abitazione, suddivisa in stanze o in appartamenti ed eventualmente in piani.medi inferiori all'80%. Questo permetterà alle banche di continuare ad erogare i mutui in maniera regolare.

#4 - Politica monetaria espansiva

Per quanto riguarda i tassi di interesse, l'orientamento principale delle Banche Centrali è evidentemente quello di gestire qualsiasi tensione sui tassi e sugli spread. Dopo qualche tentennamento iniziale, tutti i banchieri centrali sono chiaramente orientati ad una politica monetaria espansiva.

#5 - Gli occupati a tempo indeterminato non dovrebbero subire contraccolpi

E la disoccupazione? C'è molta paura che la crisi di molte aziende possa ripercuotersi sulla diminuzione dei posti di lavoro e quindi meno persone potranno permettersi di acquistare casa.Costruzione adibita specialmente ad abitazione, suddivisa in stanze o in appartamenti ed eventualmente in piani. In Italia ci sono circa 22,5 milioni di occupati, di cui circa 4 milioni a tempo determinato che già oggi, purtroppo, non hanno accesso al mutuo. È immaginabile che la crisi colpisca prevalentemente questa parte più fragile dell'occupazione e meno gli occupati a tempo indeterminato, più inclini a comprare casa.Costruzione adibita specialmente ad abitazione, suddivisa in stanze o in appartamenti ed eventualmente in piani.
Non dimentichiamo, poi, che sono già stati messi in campo stimoli importanti per le aziende (parliamo di circa 350 miliardi di euro in Italia), che dovrebbero aiutare le aziende a traghettare questo periodo difficile.

Compratori

Per quanto riguarda i compratori di casa,Costruzione adibita specialmente ad abitazione, suddivisa in stanze o in appartamenti ed eventualmente in piani. soprattutto nel caso in cui dispongano di una buona parte dell'importo (30-40%), avranno un buon potere contrattuale e potranno approfittare per ottenere riduzioni del prezzo degli immobili. Attenzione, come sempre, a non esagerare: sconti richiesti superiori al 10% irritano i proprietari e difficilmente vanno a buon fine!
Per chi non può uscire per visionare gli appartamenti, Homepal mette a disposizione la VideoVisita. Se c'è un immobileCostruzione adibita specialmente ad abitazione, suddivisa in stanze o in appartamenti ed eventualmente in piani. di interesse sul nostro portale, il potenziale acquirente richiede l'appuntamento e il nostro operatore organizza una videoconferenza con il proprietario. In questo modo, si scremano le offerte e ci si fa un'idea migliore del mercato. Provate subito su www.homepal.it

Venditori

Per quanto riguarda i venditori, è importante agire ben preparati. Una corretta valutazione dell'immobileCostruzione adibita specialmente ad abitazione, suddivisa in stanze o in appartamenti ed eventualmente in piani. è fondamentale per evitare di perdere tempo nella vendita e di far passare in secondo piano il proprio immobile.Costruzione adibita specialmente ad abitazione, suddivisa in stanze o in appartamenti ed eventualmente in piani. Consigliamo di utilizzare questo periodo per valutare con attenzione il proprio immobile,Costruzione adibita specialmente ad abitazione, suddivisa in stanze o in appartamenti ed eventualmente in piani. ad esempio utilizzando il nostro strumento gratuito di valutazione online www.homepal.it/valutazione

Gli immobili che risulteranno più facilmente vendibili presenteranno le seguenti caratteristiche:

- Immobili ristrutturati, dove è possibile andare a vivere subito
- Appartamenti al piano, che hanno un migliore sfruttamento dello spazio
- Immobili nuovi, di classe A, che permetteranno il risparmio delle spese nel tempo
- Immobili con terrazzoSpazio calpestabile sporgente, a sbalzo dalla facciata di un edificio. che, durante il lockdown, è diventato ancora più apprezzato

Noi siamo comunque ottimisti sul futuro, sia perché l'Italia ha adottato misure molto rigorose e tutti noi siamo stati disciplinati nel seguirle, sia perché la casaCostruzione adibita specialmente ad abitazione, suddivisa in stanze o in appartamenti ed eventualmente in piani. è sempre il bene più amato dagli Italiani e l'attività di ricerca degli immobili non si è mai fermata. 



I nostri due scenari

A- Se non avremo "ritorni di fiamma" del virus, è probabile che il numero delle transazioni diminuisca, entro fine anno, di circa 50 - 70 mila unità rispetto al 2019 (quando ne erano state concluse circa 600 mila), ma con prezzi sostanzialmente stabili (tra -1% e - 4%).

B- Se invece dovessimo assistere a nuovi provvedimenti di lock-down estesi ad almeno 3 regioni importanti, è probabile che la riduzione delle transazioni potrà arrivare fino a 120 mila rispetto al 2019, con un impatto sui prezzi più rilevante (tra -3% e -7%)

Andrea Lacalamita

 

Founder & CMO di Homepal

 

Facebook | LinkedIn

INIZIA ORA LA TUA RICERCA
      Vendita
      Affitto
      Please wait