Contratto di affitto per studenti fuori sede

02-09-2019

Al ritorno dalle vacanze molte famiglie si trovano alle prese con la stipula di un contratto di affitto per i propri figli, studenti universitari fuori sede.
Quello dedicato agli studenti universitari è un contratto di locazione abitativa di carattere transitorio, in quanto la sua durata è limitata e fissata entro precisi termini.
Questo tema non riguarda unicamente le matricole, ma anche gli studenti già in corso che abbiano concluso il proprio contratto prima del periodo estivo.
Vediamo, dunque, tutto ciò che occorre sapere sui contratti transitori per studenti fuori sede.



Caratteristiche del contratto di locazione per universitari

Il contratto d'affitto per studenti si configura attraverso un rapporto che vede protagonisti gli stessi soggetti che troviamo in qualsiasi altro contratto di locazione, ovvero:

- proprietario (locatore) che mette a disposizioneL'insieme di mobili e attrezzature con cui si sistema per l'uso un'abitazione o un locale pubblico. la sua abitazioneCostruzione adibita specialmente ad abitazione, suddivisa in stanze o in appartamenti ed eventualmente in piani. che, in questo caso, deve essere ubicata in un Comune sede di Ateneo o limitrofo
- affittuario (conduttore o locatario) che utilizza l'immobile,Costruzione adibita specialmente ad abitazione, suddivisa in stanze o in appartamenti ed eventualmente in piani. dietro corrispettivo di una somma in denaro (canone di locazione).

Il canone di locazione nei contratti di questo tipo è libero, ma non può essere quantificato in misura superiore a quanto stabilito da specifici accordi territoriali. Il contratto di affitto per studenti rientra, infatti, tra quelli agevolati, il cui canone viene concordato come stabilito dalla legge 431 del 1998.
Gli aspetti generali dei contratti agevolati (tra cui, appunto, l'importo del canone) vengono definiti tramite un accordo locale tra le principali organizzazioni rappresentative della proprietà edilizia e le principali associazioni sindacali dei proprietari (Confedilizia, UPPI - Unione Piccoli Proprietari Immobiliari, ASPPI - Associazione Sindacale Piccoli Proprietari Immobiliari, ecc.), di solito alla presenza dell'assessore comunale o del sindaco.
Il pagamento può avvenire anche in contanti, nei limiti di quanto previsto dalla legge.

Come tutti i contratti di locazione di durata superiore a 30 giorni, il contratto va sempre registrato presso l'Agenzia delle Entrate.
La durata è stabilita dalla legge e può andare da un minimo di 6 mesi a un massimo di 36 mesi. Non sono pertanto validi contratti di durata inferiore.
Nel caso in cui venga presentato un contratto con una durata inferiore ai 6 mesi, la clausola è nulla e si applica automaticamente la durata minima. Analoga situazione si verifica nel caso in cui nel contratto venga indicata una durata superiore ai 36 mesi.

Alla prima scadenza, il contratto si rinnoverà con la stessa durata (ad esempio, se si ha un contratto della durata di 6 mesi, questo verrà rinnovato per altri 6), a meno che l'affittuario non ne dia disdetta almeno 3 mesi prima della scadenza. Non è prevista, invece, la stessa possibilità per il proprietario, che quindi non potrà recedere dall'accordo prima del termine del contratto.



Come si redige il contratto di affitto per studenti

Un contratto transitorio per studenti si redige utilizzando un apposito modello predisposto dal Ministero dei Trasporti e delle Infrastrutture e contenuto nell'Allegato F del Decreto Ministeriale 30 dicembre 2002.
Gli elementi da indicare sono:

- generalità delle parti
- descrizione e ubicazione dell'immobileCostruzione adibita specialmente ad abitazione, suddivisa in stanze o in appartamenti ed eventualmente in piani.
- importo del canone e modalità di versamento
- durata della locazione
- indicazione che l'affittuario è iscritto a un corso universitario presso la locale Università (nome)

Nota bene - Anche in questo tipo di contratto, dovrà essere riportata la clausola con la quale l'affittuario dichiara di aver ricevuto copia dell'attestato di prestazione energetica (APE). In mancanza di tale dichiarazione, sia il proprietario che l'affittuario saranno soggetti al pagamento di una sanzione amministrativa, in solido e in parti uguali.



Contratto di locazione con più conduttori

Molto spesso accade che un appartamentoAggregato di più camere che compone un'abitazione libera e separata dal resto della casa/palazzo. venga affittato da più studenti, in modo da dividere le spese. Il contratto dovrà, dunque, essere intestato a più soggetti.
Ma cosa accade se dal contratto recede uno solo di essi? Il canone di locazione dovuto resterà invariato e dovrà, quindi, essere pagato dagli studenti rimasti, aumentando la quotaMisura reale dell'oggetto edilizio rappresentato nel disegno, sia esso rappresentato in pianta, sia in sezione, sia in prospetto a carico di ciascuno. Attenzione, quindi! Una soluzione potrebbe essere quella di proporre al proprietario un nuovo affittuario.



Sei ancora alla ricerca di un appartamentoAggregato di più camere che compone un'abitazione libera e separata dal resto della casa/palazzo. adatto alle tue esigenze? Avvia una ricerca su Homepal.it: abbiamo oltre 140.000 immobili in tutta Italia!

Il Team Homepal

Homepal è il primo sito per comprare, vendere e affittare casa con pieno supporto di un'agenzia immobiliare, a costi fissi.

Facebook | Instagram | Twitter | LinkedIn | 
Pinterest | YouTube
INIZIA ORA LA TUA RICERCA
      Vendita
      Affitto
      Please wait