Consigli su come affittare in regola la tua casa vacanze

15-07-2020

La stagione autunnale imminente ha il profumo di passeggiate in montagna a caccia di castagne e funghi prelibati da gustare. Per non parlare del fascino del mare d'inverno e dei weekend sulle piste da scii.

Insomma, c'è sempre un buon motivo per fuggire dalla città ma questo non toglie che i viaggiatori vogliano sentirsi comunque a casaCostruzione adibita specialmente ad abitazione, suddivisa in stanze o in appartamenti ed eventualmente in piani. e vivere un'esperienza in pieno comfort e relax.

 


Se disponi di una seconda casaCostruzione adibita specialmente ad abitazione, suddivisa in stanze o in appartamenti ed eventualmente in piani. o stai pensando di effettuare un investimento sul mattone per affittare un immobileCostruzione adibita specialmente ad abitazione, suddivisa in stanze o in appartamenti ed eventualmente in piani. come casaCostruzione adibita specialmente ad abitazione, suddivisa in stanze o in appartamenti ed eventualmente in piani. vacanze, sei inciampato nell'articolo giusto.

 

Qui potrai trovare tutte le principali informazioni per affittare una casaCostruzione adibita specialmente ad abitazione, suddivisa in stanze o in appartamenti ed eventualmente in piani. vacanze in piena regola. Vediamole insieme!

 

Cosa si intende per "casaCostruzione adibita specialmente ad abitazione, suddivisa in stanze o in appartamenti ed eventualmente in piani. vacanze"

 

Con il termine "casaCostruzione adibita specialmente ad abitazione, suddivisa in stanze o in appartamenti ed eventualmente in piani. vacanze", molte regioni nelle loro normative intendono che l'affitto della casaCostruzione adibita specialmente ad abitazione, suddivisa in stanze o in appartamenti ed eventualmente in piani. è condotto in forma imprenditoriale e, di conseguenza, prevede l'esistenza o l'apertura di una partita IVA poiché trattasi di un'attività di impresa.

 

Quindi, onde evitare equivoci, sarebbe più appropriato utilizzare l'espressione "locazione/affitto a uso turistico" o, più semplicemente, "affitto breve".

 

 

Come deve essere stipulato il contratto di affitto breve

 

Fatta chiarezza sulla terminologia adeguata, passiamo alla parte contrattuale.

 

Bisogna sapere che anche nel caso in cui si voglia affittare solo una stanzaLocali interni di un edificio. dell'immobileCostruzione adibita specialmente ad abitazione, suddivisa in stanze o in appartamenti ed eventualmente in piani. di cui si dispone, la Legge QuadroInquadratura in legno o metallo posta intorno a dipinti, specchi e simili a scopo decorativo. sul turismo prevede obbligatoriamente la registrazione di un contratto di affitto, ma solo se la sua durata supera i 30 giorni.

 

Questo contratto deve essere stilato in forma scritta e al suo interno devono essere di norma contenute le seguenti informazioni:

 

 


Per tutti gli affitti di durata inferiore, invece, non è previsto alcun obbligo di registrazione. Diversamente, si deve comunicare la cessione della casaCostruzione adibita specialmente ad abitazione, suddivisa in stanze o in appartamenti ed eventualmente in piani. all'autorità pubblica del comune competente. Le regole aggiornate del Decreto Sicurezza vogliono che entro 24 ore dall'arrivo degli ospiti si informi la Polizia di Stato attraverso il sito "AlloggiatiWeb", compilando le cosiddette "schedine alloggiati" con le generalità degli affittuari.

 

 

Tipologie di contratto esistenti

 

Sulla base della durata del periodo di locazione, possiamo identificare tre tipologie differenti di contratto. Aggiungiamo, poi, che il contratto di affitto turistico non prevede alcun termine minimo di durata e alla scadenza ne cessano automaticamente gli effetti, senza che sia necessaria alcuna disdetta.

1.     Locazione turistica lunga

È il caso dell'affitto di una casaCostruzione adibita specialmente ad abitazione, suddivisa in stanze o in appartamenti ed eventualmente in piani. vacanze per una stagione. Il contratto deve riportare clausole per regolare la durata della locazione, l'entità del canone e le modalità di pagamento dello stesso. In più, è previsto il deposito di una cauzione.  

2.     Locazione turistica breve

Trattasi di affitto per brevi vacanze. Al riguardo, il contratto deve contenere informazioni circa il recesso, l'entità delle spese accessorie e le modalità di impiego degli eventuali spazi accessori.  

 

3.     Locazione turistica brevissima

Infine, per gli affitti in cui il periodo di locazione riguarda periodi di pochi giorni o weekend, nel contratto è prevista una postilla in cui riportare un accordo fortettario circa i consumi per le utenze.

 



Vantaggi di un affitto breve

 

A chi si stesse interrogando sugli effettivi vantaggi che un affitto di breve periodo possa portare, vogliamo ricordare che, intanto, questa tipologia di locazione garantisce molta flessibilità sia per i proprietari che per gli inquilini. Infatti, potrai scegliere di mettere in affitto la tua casaCostruzione adibita specialmente ad abitazione, suddivisa in stanze o in appartamenti ed eventualmente in piani. in quei periodi dell'anno in cui, per varie ragioni, non ti è possibile sfruttare l'immobileCostruzione adibita specialmente ad abitazione, suddivisa in stanze o in appartamenti ed eventualmente in piani. in questione.

 

In secondo luogo, periodi di affitto che vanno da pochi giorni ad alcune settimane comportano uno sfruttamento dell'immobileCostruzione adibita specialmente ad abitazione, suddivisa in stanze o in appartamenti ed eventualmente in piani. di gran lunga meno invasivo rispetto a una locazione di lungo periodo, in cui gli affittuari sentono giustamente il bisogno di personalizzare gli spazi e modificare gli arredi.

 

Altro aspetto da considerare è la possibilità di stabilire prezzi differenti a seconda che ci si trovi in alta o bassa stagione e questo comporta dei guadagni nettamente più profittevoli. In più, puoi anche impostare un numero di giorni di pernotto minimo, così da evitare prenotazioni da un giorno dove gli impegni di gestione superano di gran lunga il valore economico di ritorno.

 

Infine, affittare immobili a breve termine permette di godere di alcune agevolazioni fiscali o detrazioni sulle spese legate alla proprietà. Su questo, ricordati di monitorare la normativa vigente locale.

 

 

Tasse, quali opzioni?

 

Veniamo, ora, alla parte fiscale, premettendo che consigliamo di confrontarsi comunque con un commercialista o un intermediario fiscale per essere sempre aggiornati sulle regolamentazioni in corso.

 

A seconda della tipologia di locazione e della durata, la tassazione sui canoni percepiti segue strade differenti. L'importo percepito può essere sottoposto a regime Irpef o a quello della cedolare secca al 21%.

 

Vediamoli nel dettaglio.

 

Regime ordinario di tassazione

 

Se si affitta per un periodo superiore ai 30 giorni o si sceglie di registrare ad ogni modo il contratto, bisogna pagare l'Irpef sul canone di locazione e lo si deve dichiarare nel quadroInquadratura in legno o metallo posta intorno a dipinti, specchi e simili a scopo decorativo. RL dichiarazione dei redditi modello 730 o modello Unico, insieme all'imposta di registro.

L'imposta è volta alla registrazione del contratto ed è pari al 2% del canone annuo di locazione con un tetto minimo di 67 euro. Ogni 4 pagine del contratto o ogni 100 righe, deve essere anche apposta una marca da bollo da 16 euro.

 

La tassazione Irpef segue gli scaglioni dell'anno corrente, che vanno da un minimo di 23% a un massimo di 43%.

 

I canoni percepiti dall'affitto entrano a far parte della base imponibile e se superano la rendita catastale dell'immobile,Costruzione adibita specialmente ad abitazione, suddivisa in stanze o in appartamenti ed eventualmente in piani. saranno tassati al 5%. Se, al contrario, la rendita catastale dell'immobileCostruzione adibita specialmente ad abitazione, suddivisa in stanze o in appartamenti ed eventualmente in piani. supera i canoni percepiti, sarà la rendita catastale ad essere tassata al 5%.

 

Facciamo un esempio. 

Se dall'affitto del mio appartamentoAggregato di più camere che compone un'abitazione libera e separata dal resto della casa/palazzo. ho percepito 8.000 euro e la rendita catastale della casaCostruzione adibita specialmente ad abitazione, suddivisa in stanze o in appartamenti ed eventualmente in piani. è 2.000, sono tassati 7.600 euro, cioè 8.000 euro meno il 5% di 8.000 euro perché i canoni percepiti sono superiori alla rendita catastale pari a 2.000 euro.

 

Regime semplificato di tassazione o cedolare secca

 

Per gli affitti brevi è possibile anche optare per la cedolare secca con aliquota del 21% da pagare tramite modello F24.

 

In questo caso, rendita catastale e canone di affitto non rientrano nel reddito imponibile e non è necessario pagare né bolli né imposta di registro.

 

Il reddito assoggettato a cedolare secca è compreso, viceversa, nel calcolo dell'Isee, l'indicatore della situazione economica del nucleo familiare.

 

 

L'impegno di affittare la propria casaCostruzione adibita specialmente ad abitazione, suddivisa in stanze o in appartamenti ed eventualmente in piani.


Chiariti gli aspetti più tecnici e burocratici, vogliamo ricordarti che affittare casaCostruzione adibita specialmente ad abitazione, suddivisa in stanze o in appartamenti ed eventualmente in piani. in questa modalità è un impegno da non sottovalutare.

 

Ogni ospite merita il benvenuto e l'arrivederci che gli spetta. Poi, durante il suo alloggio, è importante essere reperibili: gli imprevisti sono sempre dietro l'angolo!

 

Altra cosa da considerare è il costo della manutenzione di tutti gli elettrodomestici, le stoviglie, la caldaia e il condizionatore. Tutto deve essere impeccabile, pulito e in ordine e l'ospite deve sentirsi come a casaCostruzione adibita specialmente ad abitazione, suddivisa in stanze o in appartamenti ed eventualmente in piani. sua.


Prima di salire su questa barca, cerca di fare mente locale di quanto tempo hai effettivamente da dedicare a questo tipo di attività e, nel caso, affidati a una persona terza o a una delle tante società del settore, tenendo presente che, in media, tratterranno il 20% dei tuoi ricavi.

Affittare casaCostruzione adibita specialmente ad abitazione, suddivisa in stanze o in appartamenti ed eventualmente in piani. durante il Covid 



Inutile ribadire, soprattutto in questo momento storico, che la pulizia e la sanificazione tra una prenotazione e l'altra sono essenziali.

 

Affittare casaCostruzione adibita specialmente ad abitazione, suddivisa in stanze o in appartamenti ed eventualmente in piani. durante il covid comporta delle spese aggiuntive che sono obbligatoriamente da considerare. Per rendere gli spazi sempre sicuri e agibili puoi pensare di acquistare delle lampade UVC. I tuoi ospiti apprezzeranno molto la presenza di mascherine, gel mani e alcol disinfettante, quindi, assicurati che non manchino mai. 

 

Inoltre, ti suggeriamo di prevedere all'interno del contratto di affitto a uso turistico una clausola contrattuale Covid o clausola di forza maggiore.

Infatti, oggi chi svolge un'attività che viene chiusa o subisce le conseguenze di un Dpcm come quello in corso, ha il diritto di pretendere di inserire questa specifica clausola che possa disciplinare la rinegoziazione del contratto o una sospensione/riduzione del canone di affitto nel caso in cui si verifichi un'interruzione dell'attività lavorativa.

Concludendo, vuoi affittare la tua casaCostruzione adibita specialmente ad abitazione, suddivisa in stanze o in appartamenti ed eventualmente in piani. o stai cercando una casaCostruzione adibita specialmente ad abitazione, suddivisa in stanze o in appartamenti ed eventualmente in piani. in affitto? Che aspetti a fare un salto su Homepal


INIZIA ORA LA TUA RICERCA
      Vendita
      Affitto
      Please wait