Milano: il valore delle case vicine alla M4 aumenterà fino al 20%

10-11-2017
In questi mesi il gigantesco cantiere della M4 ha fatto molto parlare di sé: notevoli problemi di viabilità, visibilità ridotta per numerosi negozi e molte, moltissime critiche. E se invece aiutasse la risalita del prezzo del mattone? 

Noi di Homepal abbiamo commissionato a Reality, società specializzata nel Real Estate Location Intelligence, un'indagine sui prezzi degli immobili residenziali a Milano.
Abbiamo analizzato oltre 60.000 immobili residenziali in vendita nel Comune di Milano durante gli ultimi sei mesi, i cui annunci di vendita sono stati geo-localizzati rispetto alla loro vicinanza con le metropolitane esistenti M1, M2, M3, M5.  

"La costruzione di una metropolitana apporta un grande valore. I prezzi delle case vicino alla metropolitana, in particolare nei primi 500 metri, sono più alti del 10% rispetto a quelle più distanti", afferma il nostro founder Andrea Lacalamita, "Chi vive nelle case vicine alle stazioni in costruzione della M4 può quindi aspettarsi la stessa rivalutazione. Le 77 mila persone proprietarie di un alloggio vicino alle stazioni in costruzione della M4 vedranno quindi una rivalutazione media della propria casaCostruzione adibita specialmente ad abitazione, suddivisa in stanze o in appartamenti ed eventualmente in piani. di circa 20.000 euro. Complessivamente l'impatto per la città di Milano sarà superiore ad 1,5 miliardi di euro."  

La ricerca ha utilizzato le tecniche Big Data per confrontare i 60.000 annunci in vendita, geo-localizzarli, analizzarne l'evoluzione del prezzo nel tempo e poter avere dei risultati utili.  

"Ci siamo concentrati sui prezzi richiesti negli annunci in vendita, abbiamo preso in considerazione tutti quelli presenti nella città di Milano, abbiamo escluso prezzi troppo alti o troppo bassi. Li abbiamo poi aggregati per classi di grandezza omogenee, visto che un appartamentoAggregato di più camere che compone un'abitazione libera e separata dal resto della casa/palazzo. di 50 metri quadrati costa al metro quadrato più di uno da 200 metri", spiega Simone Gadenz, Ceo di Reality, la società che ha elaborato i dati "e ci siamo focalizzati sul semicentro, cioè su quelle aree dove i collegamenti hanno un impatto determinante sulla qualità della vita dei cittadini.
Bisognava poi misurare la distanza di ogni appartamentoAggregato di più camere che compone un'abitazione libera e separata dal resto della casa/palazzo. dalla metropolitana e farlo non in distanza assoluta, ma sulla strada effettiva da percorrere." 

I risultati sono incredibili, perché mostrano un valore medio superiore del 10,5%, con picchi del 14% e del 16% per le case piccole (inferiori ai 50 metri quadrati) e quelle medio grandi (tra 120 e 150 metri quadrati) 

"I risultati variano da zona a zona, ma il trend è omogeneo mostrando delle differenze di valore superiori per le case piccole e quelle medio-grandi; intuitivamente le prime sono tipicamente utilizzate da giovani e coppie appena formate per cui la mobilità è essenziale. Invece quelle medio-grandi, tra 120 e 150 metri, sono appartamenti di famiglie con figli, dove la mobilità diventa importante proprio per i ragazzi", aggiunge il team di Reality.   "Crediamo nel valore dei dati nell'analisi dei fenomeni sociali e continueremo a mettere a disposizioneL'insieme di mobili e attrezzature con cui si sistema per l'uso un'abitazione o un locale pubblico. del mercato e dei nostri clienti dati utili alla scelta della casaCostruzione adibita specialmente ad abitazione, suddivisa in stanze o in appartamenti ed eventualmente in piani. e alla comprensione delle dinamiche socio-demografiche" - conclude Andrea Lacalamita.